Home » GUIDE ACQUISTO » Bagno chimico: Cos’è Come Funziona e Quando si utilizza in campeggio
bagno chimico campeggio

Bagno chimico: Cos’è Come Funziona e Quando si utilizza in campeggio

Quando manca la possibilità di utilizzare un bagno convenzionale ci si affida ad un bagno chimico. 

In campeggio, ad esempio, pensiamo a una vacanza in tenda (che già è un dilemma per il montaggio) è possibile avere la propria privacy utilizzando questo tipo di bagno rendendo la vacanza molto più vacanza insomma.

Come funziona un bagno chimico? Dal termine stesso “chimico”che sta ad indicare il modo in cui il bagno elimina le scorie senza essere legato ad alcuno scarico fognario: è la chimica a trasformare il tutto.

Cos’è un bagno chimico

Il bagno chimico si compone di due parti essenziali:

  • una parte superiore: formata dal sedile per sedersi e contenente le acque bianche per risciacquare il gabinetto
  • una parte inferiore: formata da un contenitore con le acque nere e le scorie che si sciolgono grazie a dei prodotti chimici (da qui il nome) disciolti all’interno

Le due parti componenti il WC si collegano e scollegano in modo semplice per far si che il contenitore con le scorie possa essere facilmente svuotato.

Le dimensioni di un bagno chimico sono, di solito: 35x40x45 cm e contengono dai 10 ai 20 litri d’acqua. Quando il bagno chimico è completamente pieno raggiunge un peso di circa 35 kg e, infatti, molti modelli sono dotati di rotelle per lo spostamento dovuto allo svuotamento.

Come funziona

Questo tipo di bagno funziona come un comune bagno dopo una adeguata preparazione che consiste nel:

  • riempire il serbatoio del gabinetto dividendo (grazie ad una apposita leva) le acque chiare da quelle nere
  • all’interno del Wc, poi, va inserito un liquido speciale proprio per bagni chimici (sulle confezioni sono indicate le quantità giuste per diluirlo con l’acqua)
  • dopo questa operazione iniziale vanno assemblati i due serbatoi
  • ora sarà la volta di riempire il serbatoio per il risciacquo con circa 15-20 litri d’acqua a cui andrà aggiunto altro liquido per bagni chimici

Sul gabinetto è presente una spia che indica quando è il momento di svuotare le acque nere del bagno chimico sganciando semplicemente le due parti di cui è composto e andando a svuotare il contenuto di acque nere nelle zone preposte.

Accessori necessari per il bagno chimico

Per il suo corretto funzionamento è fondamentale l’utilizzo di appositi accessori:

  • liquidi chimici per sciogliere gli escrementi ed eliminare i cattivi odori. Vanno utilizzati liquidi appositi per le acque chiare, acque nere e per il serbatoio dell’acqua di scarico
  • carta igienica apposita che, a differenza della carta igienica tradizionale, si scioglie a contatto con l’acqua evitando così le intasature del manicotto di scarico

Come conservare il bagno chimico

Il bagno chimico quando non utilizzato va riposto in un luogo asciutto e pulito e non a temperature estreme di caldo o gelo. Prima della conservazione per un lungo periodo va accuratamente disinfettato e vanno lubrificate tutte le guarnizioni.

Una soluzione ideale per chi fa abitualmente campeggio, per chi va in barca, il bagno chimico è un modo pratico e veloce per sentirsi a proprio agio sempre e comunque.

Hai mai utilizzato un bagno chimico? Raccontaci la tua esperienza

Bagno chimico: Cos’è Come Funziona e Quando si utilizza in campeggio
3.8 (76%) 5 votes

Ricerche simili:

x

Check Also

oggetti da campeggio da non dimenticare mai

10 oggetti da campeggio da non dimenticare mai

Giunta l’estate è tempo di iniziare a pensare alle tanto desiderate vacanze. Tra le tante ...